LA TERRA E IL SUO SPUMANTE



Con la fondazione a Conegliano della “Scuola di Viticoltura ed Enologia” nel 1876 e della “Stazione Sperimentale per la Viticoltura”, gli studi su questo vitigno si sono molto sviluppati ed il Prosecco si è diffuso in tutta l’area collinare che da Conegliano si estende verso ponente sino a Valdobbiadene, per raggiungere con le sue ultime propaggini il fiume Piave.

L’origine del vitigno è misteriosa; per alcuni era un vitigno già conosciuto ai tempi dell’impero romano con il nome Pucino, da cui si otteneva un vino che era particolarmente apprezzato dall’imperatrice Livia Augusta.

Questo vitigno è composto da vari biotipi, fra i quali troviamo il Prosecco Balbi, selezionato dal Conte Balbi Valier, caratterizzato dall’avere un grappolo spargolo a causa dell’acinellatura molto accentuata conferendo caratteristiche peculiari ai suoi acini.

Biotipo utilizzato da noi per produrre i vini base spumante di prosecco in purezza, con l’avvento della D.O.C.G. il vitigno prosecco prende il nome di GLERA